Notizie

Il risveglio dell'Italia - Finansovaya Gazeta

Punto debole dell'economia russa è il basso tasso di investimenti. Il Presidente Putin con il decreto di maggio ha dato l'incarico di incrementare la percentuale degli investimenti fino al 25% del PIL. Al momento la quota raggiunge il 21%. Gli investimenti non includono solamente strumenti finanziari, ma anche nuove soluzioni tecnologiche. Senza una nuova spinta di investimenti non sarà possibile superare il tasso di crescita medio mondiale (3,9%). E' necessario anche un diverso tipo di crescita del PIL, determinato dalla trasformazione digitale mondiale.

Non è possibile raggiungere questo obiettivo senza incrementare le partnership commerciali e gli investimenti. In questo contesto, le relazioni italo-russe, sia commerciali che istituzionali, diventano particolarmente interessanti. Prodotti, servizi, tecnologie provenienti dalla Penisola godono già da tempo di una domanda costante.

Questo trend, già positivo, potrebbe essere ulteriormente intensificato a seguito delle visite a Mosca del nuovo Primo Ministro italiano Giuseppe Conte e del Vice Primo Ministro Matteo Salvini questo ottobre.

In un'intervista con Finansovaya Gazeta, Ernesto Ferlenghi, Presidente di Confindustria Russia e rappresentate del comitato energetico dell'Associazione Europea Business (AEB), ha parlato della situazione corrente e delle prospettive future della partnership economica fra Russia e Italia.



Intervista completa: www.fingazeta.ru/opinion/interview/452279/