Notizie

L'intervista del Realnoe Vremya a Ernesto Ferlenghi, Presidente di Confindustria Russia

Con molto piacere desideriamo informarvi che, in vista della missione in Tatarstan, prevista per il giorno 20 settembre, il Presidente di Confindustria Russia, Ernesto Ferlenghi, ha rilasciato un’intervista molto interessante al giornale russo “Realn’oe Vremja”.

Un intervento grazie al quale il Presidente Ferlenghi ha avuto occasione di ribadire l’importanza delle relazioni economico-commerciali esistenti fra la Russia e l’Italia e, di conseguenza, il ruolo significativo svolto dalla Nostra Associazione con lo scopo di favorire lo sviluppo di queste ultime.

Quello fra Russia e Italia è un legame che persiste da moltissimi anni ed è ormai troppo forte per poter essere annientato, tant’è che le sanzioni europee del 2014 sono riuscite soltanto ad indebolirlo e nell’arco degli ultimi due anni, per via delle contromisure adottate dalla Federazione, si è passati dal “Made in Italy” al “Made with Italy”.

La regione del Tatarstan, dove il Presidente di Cinfindustria Russia si recherà in visita con alcuni soci dell’Associazione, è un perfetto esempio delle innumerevoli e significative possibilità che lo Stato russo può offrire al sistema imprenditoriale italiano. SI tratta infatti di una delle regioni più economicamente attive e sviluppate della Federazione Russa.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a a cliccare: https://m.realnoevremya.ru/articles/76566-beseda-s-glavoy-associacii-italyanskih-promyshlennikov-v-r...


Nota: La Repubblica del Tatarstan è una tra i soggetti economicamente più sviluppati della Federazione Russa, situata al centro di una vasta regione industriale, a circa 800 km ad Est di Mosca. IlTatarstan è situato al centro di importanti arterie di trasporto quali le linee ferroviarie Transiberiana e Linea del North-South, i fiumi Volga e Kama, con accesso al Mar Caspio.

-          2 aeroporti internazionali: Kazan’ e Begishevo.

-          Un importante oleodotto, Druzhba, parte dal Tatarstan.

-          La popolazione conta 3,8 milioni di abitanti, inclusi Tatari (53,2%), Russi (39,7%).

-          La proporzione della popolazione urbana è del 74%, la popolazione della capitale – citta Kazan è di 1.110.000 abitanti.

La più importante risorsa naturale della Repubblica del Tatarstan è il petrolio greggio. La Repubblica possiede circa un miliardo di tonnellate di riserve di petrolio (la produzione annua è di circa 30 milioni di tonnellate). Insieme al petrolio greggio, viene prodotto anche gas.

La Repubblica possiede anche riserve commerciali di calcare, dolomite, sabbia da costruzione, mattoni di argilla, pietre da costruzione, gesso, aggregati di sabbia e ghiaia, torba. Ci sono riserve geologiche di bitume di petrolio, carbone marrone e nero, scisto bituminoso, zeolite, rame e bauxite.

La Repubblica del Tatarstan è una delle regioni della Federazione Russa più interessanti dal punto di vista degli investimenti.  A questo ha contribuito la creazione di una base normativa di tipo «investor-friendly», esenzioni fiscali molto competitive, una stabile situazione politica e la crescita economica continua nella regione.