Eventi

Incontro con il Presidente della Repubblica del Tatarstan

Confindustria Russia ha aperto la nuova stagione lavorativa organizzando in data 20 settembre 2017 a Kazan,​ un incontro con il Presidente della Repubblica del Tatarstan e i rappresentanti del Governo ​della Repubblica, organizzato per promuovere e rafforzare la cooperazione economico-commerciale di questa importante e​ntità politico-​economica con il mondo imprenditoriale italiano nel contesto della politica federale di import substitution e local content. Inoltre, un obiettivo importante dell`incontro e` quello di individuare un percorso per le nostre ​imprese gia` presenti sul territorio finalizzato a cogliere le opportunita` volte ad un rafforzamento delle​ loro posizione in questo mercato.​

L’evento, si terrà presso la sede del Consiglio dei Ministri della Repubblica del Tatarstan alle ore 09.00, durante il quale verranno discussi i temi di attualita` legati all`economia locale, le oppurtunita`​di investimento ​presenti per le imprese italiane nella Repubblica e i maggiori progetti sul territorio dove le nostre imprese possono dare un valore aggiunto con le proprie tecnologie e la loro expertise.

Un evento, questo, in linea con la mission di Confindustria Russia, interamente volta all’incremento delle relazioni economico-commerciali fra l’Italia e la Russia e al supporto concreto degli associati in loco.

​Per chi fosse interessato Vi prego​ di confermare la vostra partecipazione semplicemente scrivendo alla Segreteria di Confindustria Russia, il termine ultimo per presentare la vostra conferma è il Venerdì 8 settembre 2017.

Confindustria Russia e`a Vostra ​disposizione per fornire assistenza nella parte logistica, come informazioni su voli e alberghi a Kazan.
 
____

Nota: La Repubblica del Tatarstan è una tra i soggetti economicamente più sviluppati della Federazione Russa, situata al centro di una vasta regione industriale, a circa 800 km ad Est di Mosca. Il Tatarstan è situato al centro di importanti arterie di trasporto quali le linee ferroviarie Transiberiana e Linea del North-South, i fiumi Volga e Kama, con accesso al Mar Caspio.
- 2 aeroporti internazionali: Kazan’ e Begishevo.

- Un importante oleodotto, Druzhba, parte dal Tatarstan.

- La popolazione conta 3,8 milioni di abitanti, inclusi Tatari (53,2%), Russi (39,7%).

- La proporzione della popolazione urbana è del 74%, la popolazione della capitale – citta Kazan è di 1.110.000 abitanti.

La più importante risorsa naturale della Repubblica del Tatarstan è il petrolio greggio. La Repubblica possiede circa un miliardo di tonnellate di riserve di petrolio (la produzione annua è di circa 30 milioni di tonnellate). Insieme al petrolio greggio, viene prodotto anche gas.
La Repubblica possiede anche riserve commerciali di calcare, dolomite, sabbia da costruzione, mattoni di argilla, pietre da costruzione, gesso, aggregati di sabbia e ghiaia, torba. Ci sono riserve geologiche di bitume di petrolio, carbone marrone e nero, scisto bituminoso, zeolite, rame e bauxite.
La Repubblica del Tatarstan è una delle regioni della Federazione Russa più interessanti dal punto di vista degli investimenti. A questo ha contribuito la creazione di una base normativa di tipo «investor-friendly», esenzioni fiscali molto competitive, una stabile situazione politica e la crescita economica continua nella regione.

La Zona Economica Speciale di Alabuga
La Zona Economica Speciale (ZES) è un’area federale che beneficia di esenzioni e/o agevolazioni di vario tipo (fiscali, doganali, immobiliari, amministrative, ecc) a vantaggio delle imprese straniere disposte a effettuare investimenti al di sopra di determinati valori. Le agevolazioni possono ottimizzare i costi sostenuti dagli investitori fino al 30%; lo scopo di tali aree, istituite sia a livello federale che regionale, è quello di attrarre capitali e tecnologia per sviluppare le aree in questione.
La ZES di Alabuga è una delle quattro Zone Economiche Speciali della Repubblica del Tatarstan, in cui si concentra la presenza di aziende operanti principalmente nel settore dei beni di consumo, dei materiali da costruzione e dell’industria chimica.
La ZES di Alabuga offre incentivi fiscali (riduzione delle imposte sui profitti, esenzione per dieci anni dall’imposta sui terreni ecc.), così come agevolazioni doganali, con procedure tipiche della zona franca.
Il totale degli investimenti dei residenti di Alabuga am